Come apparire in prima pagina su Google (prima parte)

Cercare oppure farsi trovare dai nuovi clienti?

L’amletico dubbio è presto spiegabile con una frase: con il ‘marketing tradizionale’ (volantini, cartelloni stradali, annunci pubblicitari su giornali, passaggi radio e tv…) l’imprenditore ‘lancia’ un’esca e spera di ‘catturare’ qualche nuovo cliente, con il ‘web marketing’ (o marketing digitale) è il cliente che, ponendo ‘domande’ al motore di ricerca, trova come ‘risposta’ l’azienda del suddetto imprenditore.

Marketing tradizionale vs. web marketing

Semplice, no? Beh, non troppo. In sostanza, l’imprenditore che vuole ‘farsi trovare’ dal suo potenziale nuovo cliente deve possedere determinati requisiti affinchè la sua azienda venga ‘messa in risalto’ dai motori di ricerca (Google tra tutti…). La differenza tra il ‘marketing tradizionale’ ed il ‘web marketing’, oltre al fatto che il primo è ‘cartaceo’ ed il secondo ‘digitale’, sostanzialmente, è tutta incentrata sulla disposizione del potenziale cliente: nel marketing tradizionale, occorre produrre ‘fisicamente’ tantissimo materiale per cercare, essenzialmente, di farsi notare dai possibili acquirenti e di convincerli ad acquistare un determinato prodotto o servizio presso di noi… questa tipologia di marketing, sostanzialmente, si basa sui ‘bisogni latenti‘ delle persone: ad esempio, mentra sfoglio un giornale o una rivista o guardo un cartellone pubblicitario mentre aspetto che il semaforo diventi verde, vedo un messaggio pubblicitario e mi viene in mente un bisogno che avevo dimenticato, quindi mi attivo (la domanda sorge spontanea: mi attivo verso l’azienda che tramite il suo annuncio pubblicitario – tramite, cioè, un non indifferente investimento – ha ridestato in me quel bisogno, oppure prendo lo smartphone e cerco informazioni e punti vendita consultando Google?). Differentemente, nel ‘web marketing’ il cliente ha già ben in mente cosa acquistare, è già ‘predisposto’ all’acquisto di un prodotto o di un servizio, deve soltanto decidere DOVE acquistarlo: quindi va su Google, cerca il prodotto o servizio di cui ha bisogno e, in funzione dei risultati della ricerca, decide dove e da chi acquistare… in questo caso si parla di ‘bisogno percepito‘.

Come far si che Google ponga in evidenza la nostra attività?

In funzione di ciò che abbiamo visto, risulta importantissimo, fondamentale far si che la nostra attività compaia tra i primissimi risultati della pagina di ‘risposta’ di Google.

Come apparire in prima pagina su Google? Non è facile (altrimenti saremmo tutti primi…) ma, sicuramente, è possibile. Per prima cosa occorre analizzare le ‘frasi chiave’ che contraddistinguono la nostra attività, ad esempio ‘produzione vino bianco’, ‘materassi in lattice’ oppure ‘assistenza computer’: preparare un elenco con delle frasi composte da due o tre parole che definiscono alcuni aspetti della nostra attività è il primo passo da compiere.

A queste frasi, preferibilmente, si aggiunge una località… ‘produzione vino bianco a Frascati’, materassi in lattice a Roma’, assistenza computer zona Parioli’: ecco, in questo modo facciamo conoscere a Google chi siamo, cosa facciamo e dove lo facciamo.

Queste ‘keyphrases’ vanno inserite in maniera ‘naturale’ (vedremo più avanti cosa significa…) all’interno del nostro sito web, nei post dei nostri social, nei post della nostra scheda Google my Business, ecc. 

Attenzione: abbiamo parlato di ‘keyprases’ cioè di ‘frasi chiave’ e non di ‘keywords’, ‘parole chiave’, perchè oramai da tempo noi utilizzatori di Google lanciamo una ricerca scrivendo frasi composte da 3 o più parole… non ha più senso scrivere una singola, generica parola… (diffidate di chi vi propone di ‘andare in prima pagina’ con singole parole chiavi che non scrive nessuno!

Quindi è necessario creare una rete ‘digitale’ con tante ‘piattaforme’ interconnesse per permettere a Google (ed ai futuri clienti…) di raccogliere tante informazioni sulla nostra attività.

.

VAI ALLA SECONDA PARTE DEL POST

HAI BISOGNO DI UN CONSIGLIO?

VUOI UN PREVENTIVO GRATUITO (solo a Roma)?

.

.

.

.

.

tag: Marketing tradizionale vs. web marketing, web marketing, marketing digitale, bisogni latenti‘, bisogno percepito, Come apparire in prima pagina su Google?, Come far si che Google ponga in evidenza la nostra attività?

Please Post Your Comments & Reviews