Chiudere la propria attività ad Agosto: ha ancora senso?

Chiudere la propria attività ad Agosto: ha ancora senso?

Abbiamo tutti bisogno di ‘staccare la spina’ ogni tanto, ma perchè dobbiamo farlo tutti insieme nel mese di Agosto?

E’ solo una questione di abitudine: gli italiani (parliamo di noi, mettiamo da parte un attimo il resto del mondo…) quando sul calendario vedono avvicinarsi la fatidica data del primo agosto, iniziano a scalpitare, a pensare alle (meritate) vacanze.

Nell’era di Amazon, del mercato globale, ha ancora senso pensare alle vacanze estive chiudendo del tutto la propria attività? Ed i clienti che, loro malgrado, restano in città, a chi si affidano per compensare i propri bisogni, le proprie necessità, quelle che non possono aspettare Settembre o la fine di Agosto?

I nostri clienti si affidano alla concorrenza.

Un cliente in difficoltà che non ha la possibilità di rivolgersi alla solita azienda di fiducia ha due possibilità: se deve acquistare un prodotto si rivolge ad Amazon, se ha bisogno di un servizio, chiede a Google informazioni sulle attività rimaste aperte nel mese estivo per eccellenza. Ai nostri occhi, ‘la concorrenza’ rappresenta il cattivo di turno: in realtà, la nostra attività, qualunque essa sia, cresce proprio grazie all’esistenza della concorrenza… soltanto confrontandoci con i nostri concorrenti riusciamo a passare da uno step al successivo, questo lo sappiamo, ma alla chiusura di Agosto… è più forte di noi, proprio non riusciamo a rinunciare.

A Settembre, torna tutto come prima?

No. Il consumatore che, nel momento del bisogno ha trovato le porte del proprio negozio di fiducia ‘sbarrate per ferie’ ed ha trovato la soluzione ai suoi problemi da un’altra parte, difficilmente tornerà ad acquistare da chi lo ha ‘tradito’ proprio quando aveva una necessità.

A Settembre, chi si rende conto di aver perduto clienti durante la chiusura estiva, se la prenderà, genericamente, con la crisi, con Amazon, con la concorrenza spietata… mai ammetterà la sua ‘colpa’.

Ormai non è più tempo della chiusura totale estiva: le piccole aziende, soprattutto, grazie alla loro struttura snella, devono adeguarsi al mercato: l’azienda deve rimanere aperta anche ad Agosto applicando una rotazione interna tra i collaboratori… se poi non è possibile garantire tutti i servizi, l’importante è che sia presente qualcuno che lo spieghi al cliente, qualcuno che prenda nota del problema e che, magari, dia soltanto un semplice consiglio al cliente bisognoso.

Il ‘pacchetto clienti’ è il vero valore dell’azienda e mantenerlo compatto e coeso, in questo periodo, è già un grande risultato

 

Ad maiora!

 

anche tu vuoi aumentare il numero dei tuoi clienti?

 

 

 

tag: chiuso per ferie, negozi aperti ad agosto, ripartenza a settembre, negozi chiusi ad agosto.