Cosa spinge le persone a scegliere?

Cosa spinge le persone a scegliere?

Nella vita quotidiana di ognuno di noi è necessario fare delle scelte: in ambito lavorativo, privato e sociale. Quali sono le nostre priorità? Sappiamo identificare i nostri reali bisogni?

.

Nel 1954 lo psicologo Abraham Maslow classificò i bisogni degli esseri umani in una figura piramidale in funzione dell’importanza delle necessità umane: alla base pose le necessità di sopravvivenza (alimentazione, sonno, ecc…) ed in cima, ad esempio, la moralità, la creatività, ecc.

 

Piramide di Maslow

fonte: wikipedia

 

Questa, secondo Maslow, la ‘classifica’ dei bisogni da lui ipotizzata partendo dalla base della ‘piramide’ e definendo il bisogno come la percezione della mancanza totale o parziale di uno o più elementi che costituiscono il benessere della propria persona. La spinta a ricercare questi elementi non è necessariamente una motivazione sufficiente per agire, d’altro canto esistono condizioni di percezione, di inconsapevolezza e pulsioni ad agire che non trovano la loro origine in uno stato di carenza. (fonte: wikipedia):

  1. Bisogni fisiologici (fame, sete, ecc.)
  2. Bisogni di salvezza, sicurezza e protezione
  3. Bisogni di appartenenza (affetto, identificazione)
  4. Bisogni di stima, di prestigio, di successo
  5. Bisogni di realizzazione di sé (realizzando la propria identità e le proprie aspettative e occupando una posizione soddisfacente nel gruppo sociale).

Dal punto di vista del marketing, la validità della piramide di Maslow può essere messa in discussione. Come più volte evidenziato nel libro ‘Anche tu vuoi Zero Concorrenza per la tua attività’, le persone non fanno acquisti o scelgono prodotti tenendo conto esclusivamente dei propri reali bisogni, anzi, nel 95% dei casi, i consumatori acquistano prodotti spinti esclusivamente dalla propria irrazionalità, dalle proprie percezioni… dai propri ‘bisogni percepiti’.

 

 

Le nostre scelte sono condizionate da tantissimi fattori: è quasi impossibile, per una persona, prendere una decisione, fare una scelta senza che questa sia influenzata da fattori esterni. Nella scelta dell’acquisto di un prodotto, ad esempio, interviene la pubblicità, la comunicazione mediatica, il nostro status sociale (acquisito o che si vuole raggiungere), la ‘riprova sociale’ (in questo caso, una sorta di ‘effetto gregge’: lo fanno gli altri, quindi lo faccio anch’io), ecc.

La questione è molto semplice: soltanto il 5% delle persone, a livello pratico, decide di acquistare un prodotto seguendo la classifica della piramide di Maslow: questo avviene perchè alcuni bisogni posti nei ‘gradini’ della piramide sono altamente variabili. Naturalmente, escludendo i bisogni contenuti nella base della piramide, perlopiù inconsci, quasi tutti gli altri sono assolutamente ‘personalizzabili’, ‘fluttuanti’: esiste, forse, una formula precisa per indicare cosa occorra per garantire la propria sicurezza fisica? Oppure il rispetto reciproco? O la moralità?

Questi ‘bisogni‘ variano, tra l’altro, in funzione della natura dell’individuo, della sua cultura, della sua religione, della sua storia personale e familiare: ecco, quindi, perchè, come accennato, in realtà soltanto un magro 5% delle decisioni umane può essere ‘calcolato’ e previsto, il restante 95% è pura percezione.

 

Ad maiora!

 

 

 

anche tu vuoi zero concorrenti per la tua attività - banner libro

ACQUISTA IL LIBRO SU AMAZON!

 

 

 

 

anche tu vuoi aumentare il numero dei tuoi clienti a roma_rounded_corners

 

 

tag: scelte fondamentali nella nostra vita, la vita è fatta di scelte e ad ogni scelta la sua conseguenza, il coraggio di prendere una decisione, la vita è fatta di scelte giuste o sbagliate, le nostre scelte sono condizionate, la vita è la somma di tutte le tue scelte, siamo fatti di scelte e conseguenze, trovarsi ad un bivio nella vita, la riprova sociale.

Please Post Your Comments & Reviews

by SEVENPIX.IT Studio - Scrivici! - Chiamaci!