Come adattare la propria attività ai nuovi comportamenti dei consumatori?

Come adattare la propria attività ai nuovi comportamenti dei consumatori?

Migliorare il proprio negozio fisico per adeguarlo alle nuove necessità dei consumatori è assolutamente necessario (possibilmente in tempi brevissimi).

 

Il blog thinkwithgoogle.com in questo articolo, ci ‘illumina’ sulle ‘nuove’ richieste inoltrate a Google dai consumatori: ‘Per via delle incertezze portate dalla crisi e delle numerose normative in costante aggiornamento durante la pandemia, anche l’esigenza dei consumatori di accedere a informazioni in tempo reale è aumentata. Questo si è rivelato particolarmente vero per il settore retail poiché i consumatori cercavano informazioni locali sulle (ri)aperture dei negozi, sulle cose da fare o non fare nell’effettuare acquisti e anche sul “momento più tranquillo per andare a fare la spesa”. Questo significa che per i retailer aggiornare costantemente questo tipo di informazioni su tutte le proprie piattaforme digitali ora è più importante che mai. L’interesse di ricerca è aumentato in particolare per termini come “vicino a me” (“near me”), dal momento che gli acquirenti cercavano di soddisfare le proprie esigenze localmente, e per termini relativi alla riapertura dei negozi e alla ripresa dei servizi’.

In questo articolo, sul blog thinkwithgoogle.com, viene approfondito il concetto secondo il quale il negozio fisico e la sua attività online sono strettamente correlati: ‘Rispetto all’inizio del 2020, la nostra vita quotidiana ci sembra molto diversa. L’uso della tecnologia da parte di persone e aziende ha fatto un balzo in avanti durante il periodo di isolamento, facendo crescere il lavoro, la formazione, gli acquisti e le relazioni sociali a distanza. Le persone passano più tempo che mai online e si rivolgono a Google per valutare, cercare e pianificare i propri acquisti sia online che nel mondo reale. Gestire negozi fisici oggi è estremamente difficile. Eppure retailer di tutte le dimensioni stanno scoprendo che massimizzare la presenza online può aiutarli a raggiungere anche i potenziali clienti che vogliono acquistare di persona. Integrare esperienze offline e online non è mai stato così importante. I comportamenti di acquisto sono cambiati radicalmente negli ultimi sei mesi e molti di questi sono destinati a durare. Le persone pianificano le visite ai negozi con più attenzione, cercando informazioni in tempo reale sulla disponibilità dei prodotti, gli orari di apertura e i servizi offerti, come il ritiro all’esterno. Tutti hanno bisogno di essere certi di trovare quello che cercano prima di uscire di casa. Ad esempio, in Germania abbiamo visto raddoppiare le ricerche per “orario di apertura oggi” rispetto allo scorso anno. E le ricerche per “in magazzino” sono cresciute a livello mondiale di oltre il 700% nel corso dell’anno. Allo stesso tempo lo shopping locale è diventato sempre più importante: le ricerche per “disponibile nelle vicinanze” sono più che raddoppiate a livello mondiale’.

  • un nuovo studio svolto da Euromonitor ha rilevato che si prevede che nel 2024 il 78% degli acquisti avverrà ancora in negozio.
  • per favorire il contatto tra retailer e acquirenti alla ricerca di un maggior numero di transazioni senza contatto, è determinante introdurre il ‘ritiro all’esterno’. (Google)
  • una nuova ricerca di Google mostra che la pandemia ha reso le persone più flessibili rispetto alla decisione di acquistare online o offline. Ora il 73% si definisce indifferente rispetto al canale di acquisto contro il 65% prima della crisi sanitaria globale.
  • nell’ultimo anno, le ricerche per “disponibile nelle vicinanze” sono più che raddoppiate a livello mondiale. (Google)

 

Ad maiora!

 

 

 

anche tu vuoi aumentare il numero dei tuoi clienti a roma_rounded_corners

.

 

 

 

 

 

 

Please Post Your Comments & Reviews

by SEVENPIX.IT Studio - Scrivici! - Chiamaci!